Ornella Vanoni, Senza fine